martedì 9 marzo 2010

REGENSBURG (RATISBONA)

Peccato sentirne parlare in questi giorni solo per eventi veramente vergognosi.
Peccato perchè REGENSBURG, in italiano conosciuta come Ratisbona, è una città a dir poco deliziosa.
Si trova in Baviera ed è facilmente raggiungibile da Monaco (sono ca. 120 km, ma i treni tedeschi sono veloci, affidabili e soprattutto puntuali!).

La attraversa il fiume Donau, il Danubio. In centro città si può ammirare lo storico ponte in pietra, bellissimo ed imponente: lo Steinerne Bruecke (traduzione letterale: ponte di pietra, per l'appunto).




                                                    (foto tratta da Internet)

Regensburg è una città sorprendente: monumenti gotici e medievali di assoluta bellezza, natura (zone e parchi verdissimi e lungo-Danubio da percorrere in bicicletta o dove prendere il sole in estate), tantissimi ristoranti e locali di qualsiasi genere per il divertimento, un Campus universitario con un ventaglio amplissimo di facoltà e davvero ben organizzato.

Il suo centro storico è entrato da poco a far parte del Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO.
I bavaresi ne sottolineano la bellezza artistica un po' "italiana". E un'evocazione del gusto e del costume italiani sono anche le numerose gelaterie presenti in centro, che durante la bella stagione mettono fuori tavolini ed ombrelloni per accogliere i clienti in un modo che non è certo abituale per tutti i tedeschi.
Nelle stradine centrali (i vicoli portano il  nome tedesco di Gasse e sono lastricate in pietra) vi sono numerosissime panetterie. Se siete stati qualche volta in Alto Adige, avrete già avuto la possibilità di ammirare questo genere di panetterie con meravigliose composizioni fatte da pane di tutti i tipi: di forme diverse, con semi o senza e così via, duro, morbido ecc. Più che cesti di pane sembrano vere e proprie composizioni artistiche. E poi non possono mancare naturalmente i famosi Brezel- con o senza semi di papavero- che io personalmente adoro:


                                                     (foto tratta da Internet)

Regensburg la si può girare agevolmente in autobus o in bicicletta; se si vuole rimanere in zona centrale- anche a piedi.
La qualità della vita è molto alta e tutto è organizzato al top; basta considerare che nel '98 a Ratisbona erano già super-avanti con la raccolta differenziata dell'immondizia e tutto già allora funzionava perfettamente.

Come meta ve la consiglio sia d'estate che d'inverno: certo nei mesi invernali è un po' freddina, ma nel riscaldare gli interni i tedeschi sono attrezzati! Nel periodo natalizio è fantastica, con i suoi mercatini colorati dove si possono assaggiare le prelibatezze del luogo ed il famoso vino caldo (Gluehwein), spettacolare!
Nel periodo estivo- contrariamente a quanto si pensi non conoscendo bene la Germania- si trovano giornate di cielo blu, limpido e terso e sono tante le attività all'aria aperta da poter fare, comprese interessanti gite in barca.

Per chi volesse cimentarsi nello studio della lingua tedesca poi, vi sono molte scuole specializzate nell'insegnamento del tedesco agli stranieri ed anche corsi all'università.
E per chi decidesse di viverci per un po'-come ho fatto io- sappiate che è un'ottima scelta!
Ci sono tantissimi aspetti davvero che varrebbe la pena di conoscere di Ratisbona e perciò magari prossimamente ne torniamo a parlare.....

 

11 commenti:

  1. ciao...benvenuta nel mio blog!...ricambio volentieri..molto bello qui...e molto brava tu...a presto!

    RispondiElimina
  2. Ciao! Grazie mille per essere passata a trovarmi! Non conoscevo questa città. Ma adesso si. Complimenti per il blog, carino e molto ben tenuto.

    RispondiElimina
  3. ciao!
    sono azzurra dai numerosi blog!
    sei venuta a trivarmi su I Live in Tuscany con un intervento sensibile...
    mi scuso per il ritardo ma ho avuto dei problemi...
    adesso però non ti perdo più, mi sono messa tra l etue lettrici e se mi ripristtinano una connessione decente potrò leggerti al meglio
    nel frattempo ti lascio un bacione
    felice di conoscerti
    azzurra

    RispondiElimina
  4. Grazie a Rano, ad Azzurra e a Claudio. Torno a trovarvi anch'io presto.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  5. Adoro i Brezel, sono buonissimi!!!

    RispondiElimina
  6. Un luogo bellissimo, descritto divinamente! I Brezel sono davvero ottimi! Grazie della graditissima visita, un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
  7. Tesoro, non ho problemi a svelarti il luogo delle immagini! Se torni sul mio blog, in data mercoledì 3 marzo, ho dedicato un post a Loro Ciuffenna, un borgo del Valdarno, vicinissimo a questo bosco incantato!
    Un bacio e a presto

    RispondiElimina
  8. Il tuo blog è molto ben fatto e dai davvero un sacco di informazioni utili! Credo che ti piacerebbe anche questo sito, una community di viaggiatori che scrivono le loro esperienze.
    Spero ti possa interessare! A presto!

    RispondiElimina
  9. @Elel, grazie mille del tuo intervento e del link.
    Spero che il mio spazio continui ad interessarti.
    Ciao

    RispondiElimina
  10. e se cercate una ricetta per fare i bretzel posso consigliarvi la mia! :-) Elel non so se l'ha già provata (siamo amiche di blog..)

    RispondiElimina
  11. Grazie Amzterdam per il commento. La ricetta dei bretzel è benvenuta! E grazie per il salto nel blog!! :))

    RispondiElimina

LASCIAMI UN COMMENTO: Sarò felice di risponderti!